Warning: Creating default object from empty value in /home/customer/www/breakoff.it/public_html/wp-content/themes/multinews/framework/admin/redux-framework/ReduxCore/inc/class.redux_filesystem.php on line 29
Non mangiate quella ciccia ⋆ Breakoff  

mercoledì 20 Ottobre 2021 - 08:13

Non mangiate quella ciccia

switchoff_meat

In queste ore febbrili (nel senso che ho 37 e mezzo di febbre) una temibile notizia ci manda in uno stato confusionale rendendo improvvisamente insignificante la nostra esistenza: a quanto pare prima o poi moriremo tutti.

La morte di tendenza viene da una nuova e inaspettata insidia: si vocifera che ci faremo stendere da una bisteccona o, peggio, sfinire da una salsiccia. Prima o poi avremo tutti modo di andare a trovare il creatore (ma non nel senso che presto o tardi ci piglierà una crisi sul religioso e si anderà tutti a messa).

Non lo sapevate, ma vi siete cucinati da soli a fuoco lento per decenni! Ma adesso è tempo di togliersi le fette di prosciutto dagli occhi:

Mangiare carne rossa potrebbe fare male

La sensazionale scoperta già anima discussioni e rinvigorisce lo scontro che si consuma aspramente sin dal cretaceo tra erbivori e carnivori; i nazi-vegan-animalari gongolano sicuri della vittoria e augurano cordialmente un’atroce morte ai loro acerrimi nemici mangia cadaveri che di risposta sventolano pancetta per scherno.

Per favore, cerchiamo di mantenere la calma. Abbiamo i mezzi per non cadere nel panico. Pensate ad esempio ai film di Emmerich tipo The Day After Tomorrow, 2012 o Indipendence Day. Queste americanate non vi hanno forse preparato psicologicamente a gestire una situazione di caos e morte incombente? Dopotutto si parla di consumo di carne e catastrofismo. Chi è più esperto degli americani in questo?

In presenza di eventi sensazionali come questo, i mangia salsicce a stelle e strisce ci hanno imparato insegnato che è sempre bene sospettare un complotto. Proviamo ad accendere il cervello: chi ci guadagna davvero a mettere in cattiva luce la carne? La risposta è una sola: gli ortolani. Non a caso la notizia arriva dall’ente Ortolani Malvagi Salutisti (OMS).

Questi OMS da un decennio si trovano a fronteggiare il calo dei consumi di ortofrutta e la recente storia ci insegna che le crisi economiche si superano creando un nuovo nemico per la società. La ciccia, appunto.

Il piano malvagio degli OMS, sembra essere andato a buon fine, ma la carne rossa è davvero cancerogena? Assolutamente si, come a suo modo lo è il sole, il caffè, il vino e l’onnipresente DHMO (che non è una sigla di un’altra associazione a delinquere, controllate pure).

Diffidate dagli ortolani. Essi sanno riconoscere bene le zucche vuote, come sanno che esponendo fatti reali ed anche banali, con un’oculata scelta della terminologia e omettendo opportunamente taluni dettagli rivelatori, si possa paventare una situazione di grande pericolo tramite una lettura superficiale del testo, facendo leva sull’emotività e l’ignoranza di quelle zucche di lettori.

una tradizionale grigliata in una tradizionale giornata di sole

Comunque ormai siam fritti, bolliti e condannati. Dinanzi a questo scenario non ci resta che prepararci al trapasso in maniera dignitosa. Nel weekend dovrebbe tornare il bel tempo: si consigliano attività all’aperto come ad esempio una grigliata di salsicce, braciole, pancetta e fegato con un bel piatto di fave e buon Chianti.

Francesco Barducci

About The Author

Responsabile categoria MEDIA e autore di Switch OFF per Breakoff.it // videomaker di Bischerate e speaker per Break the Radio // grafico senza pedigree // nel tempo libero bere, dormire, pedalare, ripetere.

Related posts

Close