Warning: Creating default object from empty value in /home/customer/www/breakoff.it/public_html/wp-content/themes/multinews/framework/admin/redux-framework/ReduxCore/inc/class.redux_filesystem.php on line 29
Rock DJ - "Metallo non metallo", Bluvertigo ⋆ Breakoff  

mercoledì 5 Ottobre 2022 - 13:26

Rock DJ – “Metallo non metallo”, Bluvertigo

Continua il viaggio di Rockdj alla riscoperta degli album che secondo noi hanno segnato il rock in Italia, dopo aver parlato di “Quello che non c’e” degli Afterhours, questa volta è il turno di “Metallo non metallo” dei Bluvertigo.
I Bluvertigo nascono dall’incontro di Marco Castoldi (in arte Morgan) e Andrea Fumagalli (Andy) rispettivamente bassista e tastierista, ma anche voci del gruppo.
“Metallo non metallo” e’ il secondo disco per il gruppo di Monza, dopo l’esordio “Acidi e basi” del 1995, ed è un album di svolta nel panorama del rock italiano dell’epoca.
In questo lavoro del 1997 i Bluvertigo non inseguono nessuna tendenza, non copiano nessun sound e nessun genere, ma creano un album molto personale e dalle varie sfaccettature musicali.
Infatti impressionano il loro sound rock fatto di chitarre potenti e un basso dal sound anni 70, con contaminazioni elettroniche di derivazione Depeche Mode (gruppo da loro molto amato), e da una ricerca dell’uso della lingua italiana non standardizzato.
Ancora in quel periodo nessuno in Italia aveva trovato nell’ambito musicale questo mix molto originale (con loro solo i Subsonica), che li ha resi un gruppo che negli anni ha ispirato anche molto di quello che ci siamo ascoltati successivamente.
Dopo questo album di grande successo anche commerciale (nonostante non fosse certo un lavoro dal facile ascolto),i Bluvertigo ne realizzeranno un altro “Zero” nel 1997, per poi prendersi dal 2001 una lunga pausa che dura fino ai giorni nostri, anche se saltuariamente si sono ritrovati per dei live, ai quali però non è seguito nessuna nuova realizzazione in studio.
I pezzi che più apprezzo di “Metallo non metallo” sono “Fuori dal tempo”, canzone il cui testo è dedicato alla visita di naja, “Cieli neri” splendida ballata di cui consiglio anche la visione del videoclip e “Vertigo blu” dalla struttura molto articolata.
Un lavoro che vi consiglio caldamente di recuperare nel caso vi fosse sfuggito, perché lo troverete nonostante sia di 18 anni fa..attuale e molto fuori dagli schemi.

Mirco Chiaramonti

About The Author

Avatar photo

Breakoff.it è il web magazine aperto a chiunque voglia contribuire tramite la produzione di articoli e video: una community in costante evoluzione.

Related posts

Close