venerdì 29 Maggio 2020 - 00:39

Select your Top Menu from wp menus

Il Risveglio del Merchandising

il-risveglio-del-merchandising

Avviso: il seguente articolo vorrebbe concentrarsi su aspetti che riguardano il merchandising legato a Star Wars Il Risveglio della Forza, ma chi scrive sin da bambino passava pomeriggi alternando la visione di VHS della trilogia classica di George Lucas all’Albero Azzurro di Dodò. Pertanto tra una disamina tecnica e l’altra potreste trovare incursioni da nerd integralista che, per facilitarvi la cosa, colorerò di verde tipo il Maestro Yoda (o tipo le maculature sul piumaggio di Dodò).

È passato ormai un mese da l’uscita del nuovo Star Wars (che io ostinatamente continuo a chiamare Guerre Stellari); milioni di persone hanno visto il Risveglio della Forza, milioni di entrate per la Disney, padrona del brand dal 2012.

Anche se siete tra coloro ai quali non importa un tubo della celebre saga fantascientifica (siete delle brutte persone), avrete comunque notato l’immensa mole di materiale promozionale. Un bombardamento audiovisivo che può aver portato qualcuno all’esaurimento nervoso, specie chi ha visto un incappucciato Pif imperversare in tv profanando la spiritualità della Forza con i suoi c*zzo di slogan sulla Tim.

L’operazione di rivitalizzazione del marchio è perfettamente riuscita, lo mostra questa bella infografica pubblicata su idealo.it. Come suggeriva sul nostro portale la recensione del Vannini, questo film doveva essere un successo, per forza. E così è stato. Stiamo parlando di uno dei maggiori incassi della storia che, in base a questa stima economica comparativa è destinato a spingersi oltre.

Volendo aprire una breve parentesi sugli aspetti qualitativi de Il Risveglio della Forza in questo articolo dall’elevato profilo tecnico, mi basti dire che l’ho belle visto due volte e MI HA FOGATO ABBESTIA. 


A J.J. Abrams il merito di aver saputo soddisfare la Di$ney (economicamente), buona parte dei fan vecchi, nuovi e ignobili finti fan che inseguono un mondo che non gli appartiene solo perché fa tendenza (come i dannati del I° girone dell’Inferno Selfie).

Il Risveglio della Forza è stato accolto positivamente nel mondo, un po’ meno qui da noi a causa dell’alta densità di registi, produttori e sceneggiatori che popolano social network e bar di paese poiché disoccupati nonostante  sappiano far il loro mestiere meglio di chi ha realizzato Episodio VII, a detta loro.

Abbozzatela di bubare su roba tipo “eh ma è assurdo che quella riesca a fare quelle magie là”, “quello con la spada rossa c’ha troppo le orecchie a sventola per esser cattivo” e altre baggianate. Il Risveglio della Forza non è esente da difetti ed è un’ottima partenza per questa nuova TRILOGIA, primo atto di tre film. Come se in Episodio IV – Una Nuova Speranza (al quale quest’ultimo capitolo si ispira per più motivi) vi avessero spiegato tutto subito. Pazienza portate, avventati voi siete. Non vi meritate Guerre Stellari.  Aggià, era un articolo sul merchandising questo… 😐

Dicevamo appunto come Star Wars sia un trend in ascesa, l’incremento della domanda di articoli su licenza è pari al 170% rispetto allo scorso anno. Oramai non esiste prodotto che non sia disponibile a tema. Ma vediamo fino a che punto la cosa ci sia sfuggita di mano.

41OqDZky72LIl portauova di R2 D2 – come specifica la descrizione dell’oggetto, questo è egg-sattamente quello che ci vuole per aggiungere uno stile da droide intergalattico alla vostra colazione. Già.

.

.

CarnageNews_pile_Star-Wars

Le pile di Kylo Ren – funzionano proprio come pile normali, anche perché sono pile normali. Ma se scaricate una (in)utile app per smartphone da usare appositamente con questo prodotto magicamente qualcosa succede: vi si riempie la memoria del cellulare.

.

.

WC_LC_StarWars_2015_0

I fazzoletti per il naso – me li ha regalati l’amica Valentina Vallo per Natale. L’unico problema è che son troppo belli per poter accogliere il mio muco.

 .

.

06_calza-STAR-WARS_150gLa calza della befana – inizialmente comperata da mia mamma come regalo a un bimbo di 6 anni e poi misteriosamente finita in mano mia. Conteneva solo dei marshmallow e qualche moneta di cioccolato. Bah.

.

.

.

12107605_Black_510481_001_Main

Le mutande tamarre – da sfoggiare con un bel pantalone a vita bassa. Per coprire Lati Oscuri.

.

.

.

.

 


ACCAP-CHEWBACCA_7234Accappatoio di Chewbacca
– qui c’è del genio, ma se questo coso spela anche solo la metà di quanto fa il celebre wookie…

.

.

.

86069_714614_784x523Fiat 500 Stormtrooper – agghindata come un assaltatore imperiale, è stata ideata dal perfido Lapo Elkann, servo dell’Imperatore Marchionne. Esiste anche una versione nello stile di BB8 e una su modello R2-D2. Tutta roba sobria come colui che le ha disegnate insomma.

.

.

 

12519495_720222881447430_649459334_nLe gomme da masticare – per impreziosire il prodotto si fregiano della dicitura “edizione limitata”. Potete partecipare all’estrazione di un viaggio che vi porterà all’impervio rifugio di Luke Skywalker, ma tanto non vincerete mai (anche perché laggiù ci si arriva solo con una mappa stellare nascosta in un droide).

.

 

Questi sono solo alcuni esempi, penso di aver reso l’idea. Il merchandising è potente in Star Wars a livelli che nemmeno il profetico Mel Brooks avrebbe immaginato nel suo Balle Spaziali nel 1987. È inutile resistereche lo shopping sia con voi.

Francesco Barducci

About The Author

Francesco Barducci

Responsabile categoria MEDIA e autore di Switch OFF per Breakoff.it // videomaker di Bischerate e speaker per Break the Radio // grafico senza pedigree // nel tempo libero bere, dormire, pedalare, ripetere.

Related posts

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close