Warning: Creating default object from empty value in /home/customer/www/breakoff.it/public_html/wp-content/themes/multinews/framework/admin/redux-framework/ReduxCore/inc/class.redux_filesystem.php on line 29
I gattini colpiscono ancora ⋆ Breakoff  

domenica 23 Gennaio 2022 - 18:07

I gattini colpiscono ancora

gattini

Se nei primi anni 2000 eravate sufficientemente bimbi o bimbiminkia ricorderete senz’altro gli straordinari film per fanciulli proposti da Italia Uno; se così non è, forse meglio per voi.

Tra questi c’era Cats & Dogs, lungometraggio con bestie parlanti che davano vita a una vera e propria guerra moderna tra cani e gatti, con tanto di tecnologia bellica d’avanguardia, malvagissimi piani per la propagazione di armi chimiche su larga scala, spionaggio, minacce globali e musichette da action movie. I mici erano i cattivi e i cosiddetti migliori amici dell’uomo i buoni. Straordinariamente, dopo un’imbarazzante ora e mezzo di film, il bene trionfa.

In quanto gattaro, ho sempre parteggiato per i felini e quindi potete immaginare l’amarezza nel vederli sconfitti dalle loro controparti canine, qualcosa di paragonabile al fastidio che provo nel guardare l’Impero Galattico ne Il Ritorno dello Jedi soccombere a suon di sassate inferte da peluches pucciosi alti un metro, leggasi Ewoks.

Questo accadeva 15 anni fa, ma per fortuna nel frattempo il mondo è cambiato e alla distanza son venuti fuori i veri dominatori della contesa. In un’epoca influenzata dai nuovi media e i derivanti social network, il potere sta nelle mani di chi è padrone del web. Saranno forse i cani? No di certo. I governi? Nemmeno. Anonymous? Nah.

I’Internet è dei Gatti. IL MONDO È DEI GATTI!

Salutate Kitler, supremo leader dei gatti (quindi del mondo). Heil Kitler!
Salutate Kitler, supremo leader dei gatti (quindi del mondo). HEIL KITLER!

Il loro dominio sul web è incontrastato: popolano YouTube, Facebook, Twitter mostrandosi mentre saltano in scatole, battono musate dopo un balzo riuscito male, escono fuori di testa alla vista di cetrioli verdi e molto altro ancora. Tutti adorano i gatti, anche chi ne è allergico. I gattini sono gli antidepressivi più potenti che si possa desiderare.

Molti di loro sono ospiti nelle nostre case, alcuni di questi stanno camminando sulla tastiera del vostro computer mentre leggete questo articolsjgaoihjpokè, altri vi scrutano con quell’aria sdegnata che da sempre contraddistingue la loro genìa. Proprio per via di quest’ultima caratteristica la gente più accorta ha sempre pensato che i gattini meditano in gran segreto di diventare la razza dominante sul pianeta terra. È tutto vero.

Quel filmetto per bambini pieno di gatti assetati di potere era proprio tanto campato in aria? Ripeto: ad oggi hanno internet nelle loro zampe e ci spiano mentre fingono di dormire su cuscini o riviste che stavamo sfogliando. I cani di Cats & Dogs avranno forse vinto la battaglia, ma evidentemente sono poi stati annichiliti nel successivo decennio (e io per questo gongolo).

L’ennesima conferma di questa grande verità l’abbiamo avuta proprio questo novembre 2015, in seguito ai gravissimi e luttuosi eventi accaduti e della diffusa situazione di tensione che questi hanno purtroppo generato.

Durante le operazioni delle forze speciali a Bruxelles, le autorità hanno raccomandato cittadinanza e media di non diffondere via web informazioni che indirettamente avrebbero potuto aiutare la fuga dei terroristi ricercati. Di tutta risposta Internet è stato invaso da foto di milioni di gatti che hanno effettivamente disturbato il flusso di notizie in una prorompente azione giudata dall’umorismo, l’invenzione più stupenda e singolare dell’umanità.

I meriti di questa vicenda se li son presi gli umani, ma è lampante che in verità sia stata un’operazione coordinata dai gatti stessi. Si tratta di un piano d’attacco già utilizzato con successo in altre situazioni di crisi. (esempio 1/esempio 2)

Dopotutto i gattini fan quel che hanno sempre fatto dai tempi dei tempi: combattono i cani.

Francesco Barducci

About The Author

Responsabile categoria MEDIA e autore di Switch OFF per Breakoff.it // videomaker di Bischerate e speaker per Break the Radio // grafico senza pedigree // nel tempo libero bere, dormire, pedalare, ripetere.

Related posts

Close