Warning: Creating default object from empty value in /home/customer/www/breakoff.it/public_html/wp-content/themes/multinews/framework/admin/redux-framework/ReduxCore/inc/class.redux_filesystem.php on line 29
#Col Advisor - Immedesimazione da serie tv?! ⋆ Breakoff  

mercoledì 17 Agosto 2022 - 04:25

#Col Advisor – Immedesimazione da serie tv?!

COME EVITARE PROBLEMI PSICHIATRICI DA IMMEDESIMAZIONE QUANDO VEDIAMO UNA SERIE STREAMING QUALSIASI

MANUALE DI PARACADUTISMO PER EVITARE DANNI FISICI QUANDO SI PASSA DAL SOGNO ALLA REALTA’ 

Schermata 2015-04-10 alle 16.07.07

“Se ai tempi del liceo fossero esistiti connessione internet ad alta velocità, e una quantità smisurata di serie televisive sparse nella rete, nemmeno il diploma mi sarei preso”. Ammettetelo, lo avete pensato tutti, almeno una volta. Cos’è lo streaming? E’ il modo in cui internet ci permette di vedere la nostra serie tv preferita sopra l’armadio di casa nostra, distesi sul divano della sala oppure in cantina alle 3 di notte. “Capirai la novità” – penserete. Ma secondo me è un’idea talmente rivoluzionaria che non ne abbiamo a pieno apprezzato la sua bellezza. Lo streaming delle serie televisive ha sostituito in pochi anni le ore di noi ex bambini davanti al pc col gioco del campo minato, a sua volta sostituto del foglio da disegno del buon vecchio Paint.

Lo streaming è parte della jungla di tutti i giorni che ci distrugge (soprattutto quando sono finiti i biscotti con la pioggia di cioccolato). Certo, l’idea non è affatto nuova. Di soap opera, ne abbiamo avute a quintali, viste anche di sfuggita, nel corso della vita. Chi è che non ha sentito almeno una volta la sigla NANANANNANARA PAM PAM PAM (è talmente famosa che si capisce anche scrivendola), della serie televisiva più longeva e famosa d’Italia? Ma come di quale? DI BEAUTIFUL! Quella soap in cui tutti si sposano con tutti, in cui Brooke ha un curriculum sentimentale più lungo del traffico la mattina su Viale Guidoni. Scagli la prima pietra, chi di voi non si è mai immaginato da grandi di guidare come Bo e Luke? Oppure avere la stessa auto di quello di Supercar? Cicatrici sulla nostra pelle. Così come Pamela Anderson bagnina che ha scatenato in noi maschi l’amore smisurato per il nuoto (solo ed esclusivamente per questo, non vedo perché tu stia ridendo in questo momento caro lettore).

Un mio amico una volta si tatuò “Ho chiamato un taxi giallo con il mio fischio collaudato come in Formula Uno mi sentivo gasato; una vita tutta nuova sta esplodendo per me, avanti a tutta forza portami a Bel Air!”. Vi lascio immaginare i danni irreparabili che hanno lasciato le serie nella nostra vita. E di quelle più recenti? Vogliamo parlare delle virtù terapeutiche capaci di curare anche la più audace delle insonnie? Chissà da quale casa farmaceutica sono finanziate! Sì, mi riferisco proprio a soap come “Il Segreto”. Io rimpiango di non avere bambini piccoli da addormentare, solo ed esclusivamente per poterli “parcheggiare” di fronte aòla soap spagnola e lasciarli appisolare, risparmiando la fatica. Invece orde di parenti, zie, nonne, ne sono totalmente incantati. Magia? Stregoneria? Arti nere? Non lo sapremo mai. Ed è praticamente lo stesso principio che lega noi e lo streaming su internet.

Le serie tv siamo noi. Lo siamo sempre stati, e lo saremo sempre. Chi non è mai stato innamorato di Rachel di Friends? O si è immaginato di essere quel tizio che salvava il mondo leggendo le notizie dal giornale di domani? Oppure un presidente degli Stati Uniti non proprio raccomandabile? Professori di chimica che per problemi economici e familiari concentrano le proprie forze su commerci diciamo non “lecitamente leciti”? Oppure padri di famiglia medici che fanno figli medici che hanno cugini medici? (Insomma una schiera di medici, roba che se a Natale un parente si sente male non avrebbe la stessa attenzione se andasse in ospedale.) E cari amici, potrei andare avanti ore.

E qui, vi starete chiedendo, caro #Col Advisor, che cosa ci consigli? Niente. Continuate ad immergervi nelle serie tv, sono le vie di fuga ( che si ripetevano ieri, si ripetevano oggi, si ripeteranno domani – ringraziamo Friedrich Nietzsche per l’aiuto fondamentale) di ogni automobilista in coda per ore ed ore, di chi è stretto ed in fila in tramvia per andare a lavoro e di quei poveri fidanzati in coda alla cassa duranti i saldi da Zara. L’unico consiglio che vi dò: òa fantasia non deve sconfinare mai nella realtà. Ricordatevi sempre che nella vita non succederà che Julia Roberts apra la porta della vostra attività commerciale e si innamori di voi. Ecco partite da questo punto: se foste un attore di Beautiful, l’unico con cui Brooke non avrebbe una relazione sareste proprio voi. Quindi aprite gli occhi! Ma questa, è un’altra storia.

#Col Advisor vi dà appuntamento al prossimo consiglio! Good Luck.

About The Author

Breakoff.it è il web magazine aperto a chiunque voglia contribuire tramite la produzione di articoli e video: una community in costante evoluzione.

Related posts

Close