Warning: Creating default object from empty value in /home/customer/www/breakoff.it/public_html/wp-content/themes/multinews/framework/admin/redux-framework/ReduxCore/inc/class.redux_filesystem.php on line 29
Tanti auguri Blizzard! ⋆ Breakoff  

mercoledì 5 Ottobre 2022 - 13:03

Tanti auguri Blizzard!

25 anni fra innumerevoli pregi e qualche difetto

Mi ricordo bene quella notte in cui presi la spada e iniziai a scendere le scalinate del monastero di Tristram. Rammento quando fuggimmo da Mar Sara invaso dagli Zerg, o quella volta in cui gli orchi giunsero in massa dal portale magico di Medivh.

Ricordi di un allora ragazzino che oggi, a distanza di 20 anni da quei momenti, fa dei sinceri auguri a Blizzard per il suo impegno e la sua creatività che hanno portato milioni utenti a vivere storie fantastiche che resistono al passare del tempo.

Ringraziamo quindi tre signori che nel 1991 decisero di aprire una piccola e sconosciuta Sylicon & Synapse riuscendo a fondare, tre anni dopo, quella Blizzard Entertainment che conosciamo oggi.

Una software house per certi versi atipica, che ha costruito le sue fortune principalmente su tre titoli: Diablo, Stacraft e Warcraft.

anniversario-blizzard (2)A differenza di molti altri studi che hanno all’attivo decine di produzioni, Blizzard è riuscita a creare tre mondi completamente diversi, ma uniti da un impianto di gioco molto simile, che hanno riscosso un successo planetario grazie ad una narrazione incalzante, ad un ottimo gameplay, ma soprattutto alla possibilità di confrontarsi con altri utenti su quel battle.net che negli anni si è trasformato da piattaforma online a luogo di ritrovo per milioni di videogiocatori.

Blizzard ha capito subito il potenziale della componente multiplayer e nel 2004, un certo World of Warcraft ha visto la luce. Da lì in poi per lo studio di Irvine è stata tutta discesa, forse, troppa discesa.

I discorsi che seguiranno probabilmente genereranno la stessa indignazione dell’articolo su Assassin’s Creed, ma, io personalmente con WoW ho visto una netta caduta di stile di mamma Blizzard, che ha badato più ai profitti che a coccolare una buona fetta dei suoi videogiocatori, me compreso.  

Il canone mensile per WoW è già di per sé un fattore limitante per molti utenti, tuttavia può essere giusto richiedere un prezzo per un prodotto che alla fine è più che buono. Il problema vero sta nel fatto che la realizzazione di WoW, ha fortemente rallentato lo sviluppo degli altri titoli.

world-of-warcraft-anniversario-blizzard

Diablo III, che è arrivato dopo anni di progettazione, è stato il tonfo più grosso. Ci si immaginava qualcosa di incredibile e invece ci siamo ritrovati un prodotto che sembra in tutto e per tutto Diablo II. Sembra, ma non è.

Il gioco è sicuramente bello, ma una volta terminato ho pensato subito che potevo risparmiare quei 50 euro continuando a rigiocare a Diablo II (che adoro alla follia) più che ad un mero clone. Che la progettazione sia stata un po’ tirata via per dare maggiore importanza ai dlc di WoW??

Con Starcraft II fortunatamente la storia è andata diversamente. Le tre campagne sono una più bella dell’altra e Legacy of the Void dà una soddisfazione degna del nome Starcraft.

Detto ciò concludo dicendo che in 25 anni di successi qualche caduta  ci può stare e noi ci possiamo passare tranquillamente sopra, perciò: tanti sinceri auguri Blizzard!

Denny Calamai

About The Author

Avatar photo

Autore della rubrica God Mode On per Breakoff.it // studente di ingegneria e lavoratore // musicista e dj // gattofilo integralista // cuoco mancato // pro gamer

Related posts

Close