lunedì 18 20 Novembre19 - 00:15

Select your Top Menu from wp menus

XCOM 2 – Recensione

Abbiamo vinto? No, direi di no…

  1. Jeff Goldblum e Will Smith, scampati ad un atterraggio di fortuna, camminano tronfi nel deserto salato del Nevada fumandosi il beneamato sigaro della vittoria: gli alieni sono stati sconfitti.

E se il finale di Indipendence Day fosse stato diverso? Se le parti fossero state invertite?

È proprio questo lo scenario che ci si para davanti una volta avviato XCOM 2: gli alieni, hanno vinto.

xcom-2-recensioneNonostante gli sforzi, nonostante i compagni caduti e nonostante i milioni di punti salvataggio ricaricati per evitare un livello di panico critico nelle nazioni, non siamo stati in grado di avere la meglio sui sectoidi che ora ci hanno soggiogati, infiltrandosi nel tessuto sociale e nelle alte sfere, governando di fatto, il pianeta Terra.

Ma non tutto è perduto: i veterani del primo team XCOM sono ancora attivi e si adoperano strenuamente per organizzare la resistenza.

Firaxis ci ributta nella mischia proponendoci un seguito ad Enemy Unknown che più bello, non potevamo chiedere.

XCOM 2 non propone stravolgimenti assoluti rispetto al primo, ma copre le piccole falle del predecessore, andando ad implementare con migliorie e novità un gameplay che già di per sé era quasi perfetto.

La differenza più grossa rispetto a XCOM è il punto di vista: mentre nel primo episodio, il mondo era coalizzato contro gli alieni, adesso la situazione è invertita. Ciò significa che la nostra base sarà semovente per non lasciare mai tracce, le risorse non ci verranno recapitate ma saranno posizionate in punti specifici del globo e starà a noi trovarle. Quindi se prima potevamo scorrazzare su una mappa già svelata, ora ci dovremo muovere con circospezione nel “fog of war” stabilendo una rete di contatti fra i ribelli senza farci scoprire.

Come si evince, la furtività è la vera novità del gioco e si riflette sul gameplay, con l’introduzione dell’elemento stealth.

xcom2-rng

Se prima gli alieni scoprivano quasi subito la nostra posizione, adesso durante le missioni avremo a disposizione una fase di Offuscamento che ci garantirà turni continui e segretezza fin tanto che riusciremo a mantenerla. Rompere una finestra, entrare nel campo visivo del nemico, lasciare la suoneria del cellulare accesa ecc, farà scattare l’allarme con conseguente presa di posizione degli alieni, che abbandoneranno i loro pattern di movimento per venirci a stanare. XCOM 2 quindi si rinnova, costringendoci a sviluppare nuove strategie e punendoci severamente ad ogni nostro passo falso.

maxresdefault (1)Dal punto di vista tecnico, Firaxis ha svolto un buon lavoro: modelli umani ed alieni più definiti, maggior livello di dettaglio per la base, mappe più varie e decisamente più interattive, arricchite da oggetti ed animazioni. Tutto ciò a discapito di una minore fluidità ed una pesantezza generale che si riscontra nel calo drastico del frame rate quando si setta un elevato livello grafico. Anche la telecamera ogni tanto fa le bizze, ma sono comunque sbavature occasionali che non intaccano il gameplay o compromettono il giudizio sul titolo. Semplicemente, visti i tempi e la tecnologia, una maggior pulizia sarebbe stata ben accetta.

Denny Calamai

About The Author

Denny Calamai

Autore della rubrica God Mode On per Breakoff.it // studente di ingegneria e lavoratore // musicista e dj // gattofilo integralista // cuoco mancato // pro gamer

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close