mercoledì 21 Agosto 2019 - 12:22

Venti anni di Buffy: i 5 episodi iconici

Era il 10 marzo 1997 quando sulla ormai defunta the WB andava in onda il primo episodio di Buffy The Vampire Slayer. “La scuola superiore come un film horror” è questa l’idea alla base dello show che, attraverso cacciatrici, vampiri e demoni, analizza ed “esorcizza” i demoni dell’adolescenza trattando temi importanti come il bullismo, l’accettazione di sé stessi, l’omosessualità e molto altro. Andato in onda per sette anni dal 1998 al 2003,  è stata definita dai critici una delle migliori serie trasmesse in tv, insieme a The X Files e Star Trek, e ancora oggi è oggetto di studi sociologici presso le università americane ed internazionali che organizzano veri e propri corsi basati sulla visione e l’analisi degli episodi.

 

Buffy è stata la prima serie tv a cui mi sono appassionato e che ho cominciato a seguire assiduamente, la mia collezione di DVD e gadget ne è la prova tangibile. Per questo ho deciso di elencare i miei episodi preferiti, quelli che secondo me sono i più iconici (con buona pace degli “esperti di Buffy” che si trovano nel magico mondo del web).

 

Un Attimo di Felicità – S02E14

Dopo un tira e molla durato la bellezza di 21 episodi, Buffy e Angel finalmente dormono insieme. Peccato che la coppia non avesse fatto i conti con la maledizione che colpiva Angel, secondo cui il vampiro avrebbe perso di nuovo la sua anima nel momento in cui avesse vissuto un attimo di felicità. Un episodio che cambia le carte in tavola, con una Buffy distrutta nel vedere la persona che ama trasformarsi completamente subito dopo un momento così delicato come la “prima volta”.

 

 

Il desiderio – S03E09

Cordelia torna a scuola dopo essere stata mollata da Xander e fa amicizia con Anya. Presa dallo sconforto e dalla gelosia desidera che Buffy non fosse mai arrivata a Sunnydale. Si scopre che Anya è in realtà un demone della vendetta che realizza i desideri delle donne tradite. La narrazione viene dunque spostata in un universo parallelo in cui Buffy non è mai arrivata in città e i vampiri hanno preso il sopravvento, addirittura progettano di attivare una produzione seriale di sangue fresco attraverso la costruzione di una fabbrica in cui la materia prima sono proprio gli essere umani. Cordelia inizialmente incredula, fa i conti con le conseguenze del suo desiderio, mentre un destino tragico aspetta tutti i protagonisti, compresa Buffy. La situazione viene risolta da Giles che invoca Anyanka, distrugge il suo amuleto e riporta tutto alla normalità.

 

 

Compleanno di Terrore – S03E12

È il diciottesimo compleanno di Buffy e Giles è costretto ad iniettarle una sostanza che le tolga tutti i poteri. Il gesto fa parte del suo addestramento, un rito di passaggio imposto dal Consiglio degli Osservatori. La Cacciatrice si ritrova in una casa abbandonata senza poteri, con un vampiro che tenta di ucciderla. Buffy riuscirà a salvarsi utilizzando l’intelligenza ma si sentirà tradita da Giles, da sempre suo mentore e persona di cui si fidava ciecamente. Giles in realtà aveva cercato di avvisare Buffy dell’imminente pericolo, per questo viene licenziato, a causa del troppo affetto che prova per la sua assistita

 

L’Urlo Che Uccide – S04E10

Sicuramente uno degli episodi migliori di sempre, nonostante la quarta stagione non sia tra le mie preferite. In città arrivano i Gentiluomini, demoni fiabeschi che tolgono la voce a tutti gli abitanti della città per poter ricavare più facilmente i sette cuori umani di cui hanno bisogno. Aldilà dei risvolti narrativi, la particolarità di questo episodio è che i dialoghi sono ridotti all’osso e la storia viene raccontata solo attraverso le azioni e una colonna sonora pazzesca.

 


Un corpo freddo – S05E16

Probabilmente uno degli episodi più drammatici dell’intera serie, in cui i risvolti tragici non sono causati da vampiri e demoni ma semplicemente dalla vita che fa il suo corso. Dopo una ronda notturna, Buffy torna a casa e trova la madre morta a causa di un aneurisma. La narrazione si focalizza dunque sul lutto di Buffy che, per la prima volta in vita sua, si ritrova inerme e senza forze di fronte alla morte.

 

Questi sono solo alcuni dei più iconici episodi di Buffy the Vampire Slayer, una serie dinamica e sempre nuova che, per sette stagioni, ha appassionato i suoi fan creando un vero e proprio mondo e sdoganando la figura del vampiro buono. Perché prima di Edward Cullen e Bella Swan, c’erano Buffy e Angel.

 

Alla prossima!

 

Vincenzo D’Angelo

 

About The Author

Vincenzo D'Angelo

Autore della rubrica Telefilmaholic per Breakoff.it // Studente di comunicazione e impiegato nel marketing // fa il cretino sul suo blog aspirantebiondo.it // "salto sul divano" è il suo sport preferito

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close