sabato 16 dicembre 2017 - 04:36

Monster Hunter World – Anteprima

A CACCIA SU PC           

 

Come già accaduto per molti titoli del suo palmares, Capcom sta lavorando sul florido mercato dell’utenza pc con remaster e nuove ip fruibili anche per i possessori di mouse e tastiera.

 

Il colosso giapponese stavolta ci porta un titolo che da sempre è stato esclusiva Playstation ma che nel 2018 sbarcherà anche su pc con un capitolo tutto nuovo e tutto da scoprire.

 

Monster Hunter World è l’ultimo nato e attualmente in fase di sviluppo negli studi di Osaka che prevede di aprire le porte a chi di caccia ai mostri sa poco e nulla.

 

World è il quinto capitolo della serie principale e non si è servito del numero 5 proprio per attirare anche i neofiti della saga.

È essenzialmente un mmo ma con una fortissima componente pve che lo rende a tutti gli effetti un titolo assolutamente giocabile in solitaria per goderne appieno la trama e le meccaniche.

 

La cosa è semplice: siamo degli avventurieri a caccia di mostri.

Ogni missione un mostro più grande, ogni mostro più grande, un mostro più pericoloso.

 

Un open world gigantesco con mappe che saranno, promettono gli sviluppatori, più grandi di quelle viste nel capitolo precedente di due/tre volte, senza caricamenti fra un’area e l’altra per garantire massima immersività.

 

L’armamentario a nostra disposizione è quanto di più ampio e variegato ci si possa aspettare e gli stili di combattimento, legati a doppio filo con quelli delle edizioni precedenti, ne sono la normale conseguenza.

 

L’avventura è basata sul seguire le tracce e una volta localizzata la preda, cercare di abbatterla con tutti i mezzi possibili utilizzando l’ambiente a nostro favore, lavorando di strategia e forza bruta.

 

Non saremo ovviamente soli nella nostra caccia: se ci trovassimo in difficoltà potremmo sempre utilizzare un flare per segnalare la nostra posizione ad altri giocatori del server, oppure ancora meglio, potremo servirci della chicchina che Capcom ci serve sul piatto d’argento: tutto l’ecosistema.

 

Il detto “il nemico del mio nemico, è mio amico” è quanto di più vero in questo caso: mostri troppo forti o troppo grandi per essere affrontati da soli, potranno essere sconfitti con l’ausilio di altri bestioni, predatori naturali della nostra attuale preda.

La bravura starà nell’attirare una bestia nella tana di un’altra e godersi lo spettacolo. Il colpo di grazia starà a noi darlo, ma con tattica e un po’ di fortuna, potremmo andarcene avendo preso due piccioni con una fava.

 

Essenzialmente immutato invece il sistema di crafting che sembra proprio quello dei vecchi capitoli: utile per costruirci armi ed equipaggiamento sempre più performanti, in base ai componenti che riusciremo ad estrarre dalle prede abbattute.

 

Capcom ha già annunciato di volersi prendere un po’ più di tempo per la release su pc, segno che la volontà di fare le cose per bene c’è tutta. Gli ultimi trailer fanno già venire l’acquolina in bocca, quindi mettiamoci comodi ed aspettiamo fiduciosi il 2018.

 

Con questo articolo God Mode On se ne va in ferie, o meglio, se ne va alla Gamescom.

 

Ci vediamo a settembre carichi di novità dalla baraonda di Colonia!

 

Denny Calamai

 

About The Author

Denny Calamai

Autore della rubrica God Mode On per Breakoff.it // studente di ingegneria e lavoratore // musicista e dj // gattofilo integralista // cuoco mancato // pro gamer

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close