mercoledì 20 febbraio 2019 - 10:32

Domare i Leoni da Tastiera (CON AUDIOCORSO!)

leone-da-tastiera

Forse non sapete che i leoni (in latino Panthera leo) sono grossi gattoni pelosi che solitamente si fanno gli affari propri nella savana, negli zoo o al limite (se proprio sono sfigati) nei circhi. Attualmente questa specie è ritenuta vulnerabile in quanto soggetta a un preoccupante calo demografico.

Oggigiorno è presente un’altra tipologia di leoni dalle caratteristiche sostanzialmente opposte alle fiere di cui sopra. Questi infatti non si fanno mai gli affari propri e sono in preoccupante aumento demografico. Il loro numero infatti cresce in modo inversamente proporzionale all’involuzione della loro specie (quella umana). Si tratta dei cosiddetti Leoni da Tastiera (in latinorum Tastieram leo)

Anziché starsene all’aria aperta in convivialità come i Panthera leo, essi popolano i social network e passano il tempo ad attaccare le loro prede: ogni giorno un Leone da Tastiera si sveglia e sa che dovrà ricoprire di insulti qualunque cosa o persona di successo gli capiti a tiro con commenti denigratori e verbalmente violenti.

Questi soggetti sono infatti gli abbonati dell’offesa rivolta al prossimo, propagatori del va tutto male, rovina del buonsenso, vendicativi in grado di riversare su tastiera così tanta malvagità che si stenta a crederlo.

Proprio per questo bisogna considerare che molti Leoni da Tastiera mantengono un profilo aggressivo fino a quando si trovano a scrivere davanti a un monitor che funge da filtro con il mondo esterno dando loro una quasi certa impunità alle loro malefatte.

Nella vita reale infatti non riscontreremo altrettanta forza bruta: questi esemplari non son burberi malavitosi bensì studenti sbarbatelli, casalinghe sfrante, padri di famiglia, gente che pensa ai Marò e altre creature leggendarie.

Quando ci si imbatte accidentalmente nei Leoni da Tastiera non è comunque facile ignorarli in quanto estremamente fastidiosi. La loro negatività può diventare addirittura contagiosa: nel tentativo di arginare il fenomeno veniamo infatti presi dall’irrefrenabile voglia di stiacciagni i’capo a martellate come al grillo di Pinocchio, ma questo sarebbe un approccio sbagliato.

D’altronde come giustamente dice il Pontefice con la violenza non si risolve niente. Lo diceva anche la moglie di Goku al figlioletto, poco prima di rifilare un calcio in bocca al marito, reo di non esser andato a comprare il latte (e difatti subito dopo lui si teletrasportava dal lattaio).

Questi leoni vanno domati, ecco dunque il mio pratico audiocorso che attraverso alcuni semplici step riabiliterà loro all’amore e alla comprensione del prossimo. Quando vi troverete a tu per tu con un Leone da Tastiera non dovrete far altro che passargli gentilmente questo articolo, raccomandandogli di ascoltare pazientemente le registrazioni che seguono.

1.Rilassamento

maxresdefault

Questo passaggio serve a placare l’ardente spirito del soggetto. La mia suadente voce guiderà il leone in uno stato di rilassamento quasi ipnotico che lo indurrà alla calma.

.

2.Imparare la bontà

whiskas-bioplus-cat-food-catlion-small-10754

È tempo di sostituire i limitanti insulti con parole di accettazione e apertura mentale. Espireremo i vaffa e n’kulo per inspirare vibrazioni di bontà. Nuove affermazioni positive entreranno a far parte della vita del Leone da Tastiera.

.

3.Ritorno alla savana

impala

Il Leone da Tastiera, pervaso da una ritrovata positività, può ora riscoprire sè stesso dicendo basta a un’esistenza vissuta attraverso lo schermo e riabbracciando la vita reale. A contatto con questa potrà finalmente deporre la criniera per rivelarsi per quello che realmente è, ovvero una Gazella Senzapalle (in latino Gazella sineorbis).

.

Se tutto ciò non dovesse funzionare potete sempre prendervela ruggendo contro il Primo Ministro o Gianni Morandi.

Francesco Barducci

About The Author

Francesco Barducci

Responsabile categoria MEDIA e autore di Switch OFF per Breakoff.it // videomaker di Bischerate e speaker per Break the Radio // grafico senza pedigree // nel tempo libero bere, dormire, pedalare, ripetere.

Related posts

1 Comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close