giovedì 27 Giugno 2019 - 01:11

Il linguaggio dei telefilm

il linguaggio dei telefilm

Nate come prodotto inferiore rispetto al grande cinema, nell’ultimo decennio le serie tv hanno fatto un salto di qualità e popolarità che non ha niente da invidiare a suo fratello  maggiore. D’altronde storyline come quelle di Breaking Bread, The Americans e The Walking Dead non sarebbero state adeguatamente sviluppate e raccontate con una pellicola cinematrografica di circa un’ora e mezza.

Come ogni settore, anche quello dei telefilm ha un proprio linguaggio, scopriamolo insieme.

Serie/Stagione: In italia questi due termini vengono usati come sinonimi, generando una gran confusione, ma in realtà hanno due significati ben diversi. La serie è l’opera completa, la collezione di tutte gli episodi realizzati di un telefilm. La stagione invece è l’anno di produzione del prodotto. Per esempio, la terza stagione di Grey’s Anatomy corrisponde al terzo dei dodici anni di produzione della serie.

Pilot: è l’episodio pilota di una serie. Generalmente i network americani incaricano i loro team di realizzare un episodio di prova per le varie serie che vorrebbero produrre. Successivamente questi episodi vengono valutati e, in base all’inidice di gradimento, si stabilisce quali prodotti ordinare e quali cestinare o rimandare. Molto spesso il pilot corrisponde al primo episodio trasmesso in televisione, ma in molti casi viene girato nuovamente, sopratutto se nel frattempo c’è stato un cambiamento importante nel cast principale o di storyline. Un esempio è il pilot mai andato in onda di Buffy che è servito alla WB per valutare la situazione e apportare le modifiche necessarie per realizzare una prima stagione completa.

Pre-Air: è una versione del pilot che viene mostrata in anteprima alla stampa e a una fascia di pubblico selezionato. Di solito è identico al pilot che viene trasmesso in televisione, infatti servono sopratutto ai critici per scrivere le recensioni in uscita il giorno dopo la premiere, tuttavia quest’ultimo può cambiare se viene espresso un giudizio negativo su uno o più elementi e il network decide di modificarli o cancellarli.

Series premiere: è la prima puntata della prima stagione di un telefilm.

Season premiere: è la prima puntata di una qualsiasi stagione (seconda, terza ecc.) di un telefilm

Series finale: è l’ultima puntata in assoluto del telefilm, quella che chiude le storyline in corso e saluta i telespettatori.

Season finale: è l’ultima puntata di una qualsiasi stagione di un telefilm. Molto spesso viene conclusa con un cliffhanger che rimanda alla stagione successiva.

Storyline: è la trama del telefilm. Di solito esiste una storyline principale a cui sono legati tutti i protagonisti e storyline secondarie, sottotrame che interessano uno o due personaggi principali, legate o meno a quella principale.

Cliffhanger:  Per spiegare cos’è il cliffhanger utilizzerò un esempio: alla fine della quarta stagione di Friends, quando Ross stava per sposare Emily e all’altare pronuncia il nome di Rachel, l’episodio viene bruscamente tagliato e i fatti successivi vengono svelati solo durante la season premiere della quinta stagione (Per vedere la scena – in lingua inglese, dalla 5×01 – cliccate qui). Il cliffhanger è quindi  l’apice, il momento culminante che ci lascia esterreffati e ci rimanda all’episodio o alla stagione successiva per scoprire come sono andati i fatti.  Altro esempio clamoroso è il finale di serie dei The Sopranos in cui la scena viene interrotta con una schermata nera senza svelare la risoluzione della stoyline.

Spin-off: è un nuovo show televisivo ispirato da una serie madre. In genere, alcuni personaggi principali, lasciano la serie madre per continuare la loro storyline nello show a loro dedicato. Un esempio è Angel, in cui il personaggio abbandona Buffy e prosegue la sua storia altrove. Un altro esempio sono i vari CSI in cui nessun personaggio lascia la serie principale, ma fanno tutti parte dello stesso universo immaginario.

Backdoor Pilot: è un episodio di una serie madre che funge da episodio pilota per un eventuale spin-off ispirato a uno o più personaggi. È una tecnica che viene usata dai network per verificare il gradimento del pubblico. Un esempio è il pilot di Private Practice che venne trasmesso a Maggio all’interno della seconda stagione di Grey’s Anatomy per poi cominciare con la prima stagione a Settembre.

Crossover: quando una serie madre e il suo spin-off oppure due universi immaginari di altrettante serie televisive si incontrano per uno o più episodi. Esempio di crossover è la 1×08 di Angel in cui Buffy va a Los Angeles per aiutare Angel (e poi finisce in lacrime e fiumi di kleenex consumati). Esempio più recente è l’episodio dei Simpson in cui partecipano i Griffin.

Flashback/Flashfoward: Il flashback è un “ritorno al passato” che ci aiuta a capire le circostanze che hanno portato alle conseguenze narrate nella storyline, mentre il flashfoward è uno sguardo al futuro.

Prequel/Sequel: Un prequel narra gli eventi precedenti rispetto alle vicende della serie madre (esempio: The Carrie Diaries che racconta la vita di Carrie Bradshaw prima di Sex and the City). Il sequel, invece, riporta gli eventi successivi ai fatti della serie da cui è tratta.

Spoiler: delle rivelazioni più o meno sconvolgenti su episodi ancora in fase di produzione o non andati in onda. In America, il critico americano Michael Ausiello, tiene una rubrica su TVLine, in cui svela gli spoiler delle serie più seguite degli States.

Teaser: spezzoni di episodio che vengono trasmessi durante le pubblicità per attirare l’attenzione del pubblico.

Questi sono più o meno i termini che vengono utilizzati in campo telefilmico dagli addetti ai lavori e appassionati.

Ma vi siete mai chiesti cosa significa il famoso Netflix & Chill che ultimamente va tanto di moda? Facciamo sesso, Netflix & Chill è un invito a farlo in tutti i modi, in tutti i luoghi e in tutti i laghi.

Alla prossima!

Vincenzo D’Angelo

About The Author

Vincenzo D'Angelo

Autore della rubrica Telefilmaholic per Breakoff.it // Studente di comunicazione e impiegato nel marketing // fa il cretino sul suo blog aspirantebiondo.it // "salto sul divano" è il suo sport preferito

Related posts

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close