domenica 19 agosto 2018 - 16:05

“Heather più di tutto” di Matthew Weiner – Recensione


Heather è bellissima, affascinante e raggiante, quella che molti descriverebbero come la “figlia perfetta”. Cresciuta in una famiglia borghese del centro di Manhattan sembra riuscire a trasformare in oro tutto ciò che tocca, o almeno così credono i suoi genitori. Bobby, al contrario, è un ragazzo cresciuto in un ambiente disagiato, violento. Figlio di una tossicodipendente, all’età di cinque anni il suo macabro divertimento consiste nel torturare e uccidere piccoli animali e a venti compie il suo primo tentativo di stupro.
Che cosa accade quando due personaggi, così diversi e così simili allo stesso tempo, si incontrano?
Nella peggiore delle commedie romantiche il nostro Lui si innamorerebbe della nostra Lei, compiendo un cammino di redenzione sotto la sua guida riuscirebbe a espiare i suoi peccati facendo terminare il tutto con uno dei più banali “happy ending”. Matthew Weiner tuttavia non ci vuole parlare di amore, o almeno non in questi termini. Dal momento in cui Bobby entra in contatto con Heather nasce in lui un sentimento di passione folle, ossessivo. Quello che spesso scambia per amore si rivelerà presto essere un gioco malato e crudele, fatto di appostamenti e violenze. Bobby desidera distruggere e deturpare Heather, la sua bellezza, così come l’ideale di perfezione che incarna.
In un martellante crescendo di ossessioni e sogni di stupro il romanzo sembra procedere verso un punto che al lettore può essere stato chiaro fin da subito, ma in questa storia niente è mai come appare.
Con una maestria non comune Matthew Weiner riesce a trasmettere al lettore un profondo senso di inquietudine e smarrimento, trascinandolo per mano nell’abisso delle più oscure emozioni umane. Grazie al suo stile scarno ed essenziale, l’autore riesce a scandire un ritmo veloce e serrato che vi impedirà di posare il libro prima di averlo finito. Heather si dimostra essere, fin da principio, un personaggio che concentra su di sé l’attenzione; il suo fascino non può lasciare nessuno indifferente, perfino i suoi genitori rimangono più di una volta stregati da lei. Tutti – chi in un modo chi in un altro – vogliono possederla, riuscire a catturare e fare propria quella luce naturale che emana, perché Heather è ammaliante, è seducente, perché è “Heather più di tutto”.

ABOUT THE AUTHOR: Matthew Weiner 
Tutti probabilmente lo conoscono come sceneggiatore e regista e forse i “serietvpatici” – soprattutto quelli che amano il genere storico e in costume – sapranno che la serie Mad Men è stata ideata e prodotta proprio da Matthew. Insomma, ne ha fatte di cose, tant’è che dal Times è stato menzionato addirittura tra le “100 persone più influenti al mondo”. Dopo tutte queste gratificazioni professionali ed essere stato premiato con un buon numero di Emmy ed altri premi, Mr. Weiner ha saggiamente pensato di porsi un’altra sfida: scrivere un romanzo. Quello che è venuto fuori sono le ~110 pagine soprarecensite: “Heather più  di tutto”, edito l’anno scorso negli Stati Uniti presso la “Little, Brown and Company” e pubblicato in Italia per i tipi di Einaudi.

 

 

 

Chiara Martini

 

La seconda immagine raffigurante l’autore è stata presa dal The Hollywood Reporter.

About The Author

Chiara Martini

Lettrice accanita e onnivora // Accumulatrice seriale di libri // Laureata in Lettere Moderne // Se non leggo scrivo, se non scrivo parlo di libri // Il romanzo è per me forma artistica senza eguali

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close