mercoledì 20 febbraio 2019 - 10:35

Gli spin-off che si sono rivelati dei grandi successi

Gli spin-off che si sono rivelati dei grandi successi

 

Dopo il post dedicato agli spin-off che si sono rivelati dei total flop di pubblico e critica, mi sembrava giusto raccontare anche della controparte, e cioè di quei prodotti nati da una costola di un’altra serie che hanno raggiunto un successo strepitoso, talvolta superando quello della serie madre. Ecco qualche esempio.

 

Daria (Beavis and Butt-head)

L’adolescente più cinica ed irresistibile degli anni storici di MTV, prima di avere una serie tutta propria, era apparsa in alcuni episodi di Beavis e Butt-head in cui i due la prendevano in giro chiamandola Diarrhea (“diarrea” in inglese). Il personaggio piacque così tanto agli studios che decisero di creare una serie completamente incentrata sul personaggio e la sua strampalata famiglia, regalandoci delle vere e proprie perle di cinismo ancora attualissime.

 

 

Better Call Saul (Breaking Bad)

Abbastanza ovvia, me ne rendo conto, ma è innegabile che Better Call Saul stia riscuotendo sempre più consensi anche dopo la conclusione della serie madre. Io stesso che, confesso e non mi vergogno, non ho apprezzato di più tanto Breaking Bad, ho trovato la serie abbastanza interessante e perfetta per gli amanti del genere.

 

The Simpsons (The Tracy Ullman Show)

Lo sapevate che i famosi Simpson sono nati all’interno di uno show comico? Si trattava infatti di una striscia di pochi minuti all’interno del Tracy Ullman Show, famosa comica e intrattenitrice americana. Obiettivo principale era quello di descrivere la tipica famiglia americana in maniera ironica e dissacrante. L’idea piacque così tanto alla FOX che decise di produrre una prima serie da pochi episodi… e poi il resto è storia.

 

 

Frasier (Cheers/Cin Cin)

La serie segue le vicende di Frasier Crane, psicologo di Seattle, che vive con il padre, suo fratello e l’assistente sanitaria del genitore anziano. Apparso diverse volte in Cin Cin, il personaggio di Frasier ottenne un grandioso successo, sia di pubblico che di critica, tanto che arrivò a vincere ben 37 Grammy Awards, gli oscar della tv americana, detenendo il record fino al 2015.

 

Fear The Walking Dead (The Walking Dead)

I numeri non sono quelli della serie madre, ma stagione dopo stagione, è riuscito a guadagnarsi la sua fetta di pubblico riuscendo ad appassionare anche chi aveva abbandonato la serie madre, diventata di una pesantezza allucinante. I creatori hanno già annunciato un cliffhanger con la serie principale, che vedremo probabilmente nei prossimi mesi… non vedo l’ora di vedere il risultato.

Non hai la minima idea di cosa sia un cliffhanger, leggi qui.

 

 

Vincenzo D’Angelo

About The Author

Vincenzo D'Angelo

Autore della rubrica Telefilmaholic per Breakoff.it // Studente di comunicazione e impiegato nel marketing // fa il cretino sul suo blog aspirantebiondo.it // "salto sul divano" è il suo sport preferito

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close