giovedì 22 Agosto 2019 - 10:17

Gli attori licenziati dalle serie TV

Il titolo del post di questa settimana è abbastanza eloquente, nel magico mondo di Hollywood non è tutto rose e fiori e anche gli attori principali di un telefilm possono rischiare il posto o addirittura ritrovarsi licenziati in tronco. Ecco dunque una serie di attori che hanno perso il lavoro a causa della loro testa dura.

22307-two-and-a-half-men-two-and-a-half-menjpg-57cca5_1280w

Charlie Sheen – Due Uomini e Mezzo

Agli inizi del 2011 Charlie Sheen era l’attore più pagato della televisione americana, con uno stipendio di 1,78 milioni di dollari a episodio. Ma il suo brutto carattere, la dipendenza da droghe, alcool e la non troppo velata promiscuità ha portato la CBS a licenziarlo in tronco dopo l’ennesimo scontro violento con lo showrunner e creatore della serie, Chuck Lorre. Il suo post nella serie è stato preso da Ashton Kutcher, mentre Sheen si è dedicato a rilasciare interviste infuocate ai tabloid riguardo il grado di corruzione e deliquenza celata dietro le quinte di uno degli show più seguiti nella storia della tv a stelle e striscie.

Shannon Doherty – Beverly Hills 90210/Streghe

Del caratterino di Shannen Doherty ve ne avevo parlato già in un post precedente, ma mi sembrava necessario citarla, visto che è riuscita nella brillante impresa di farsi licenziare da entrambi gli show che l’hanno resa famosa al grande pubblico. Credo che i millennials la definirebbero “bomber” ma non ne sono del tutto sicuro, altri la definirebbero semplicemente  “una stronza” ma in fondo, come dice Pope Francy, chi siamo noi per giudicare? Attualmente la Doherty sta lottando contro un brutto cancro al seno, nel frattempo, io continuo ad adorarla e ad aspettare il suo grande ritorno. Forza Shannon!

greys-anatomy

Katherine Heigl – Grey’s Anatomy

Dopo aver vinto l’Emmy Award (praticamente gli Oscar della televisione) come miglior attrice non protagonista per il ruolo di Isobel Stevens in Grey’s Anatomy, l’anno successivo decide di rinunciare alla candidatura perché non convinta delle storyline assegnate al proprio personaggio. Da quel momento, i rapporti con la creatrice della serie Shonda Rhimes, già logorati dalle dichiarazioni non proprio lusinghiere dell’attrice verso l’andamento generale della serie, si incrinano definitivamente. Lasciato il Seattle Grace Hospital durante la sesta stagione con una storyline parzialmente aperta, l’attrice si dedica al cinema ottenendo discreti successi al botteghino. Recentemente ha ribadito il suo interesse a tornare nella serie che l’ha resa famosa, cosa che probabilmente non accadrà mai visto che Shonda Rhimes è come la mafia: una volta che hai sbagliato, non si torna più indietro.

Thomas Gibson – Criminal Minds

Chiudiamo questo viaggio alla scoperta delle teste calde di Hollywood con uno dei casi più recenti. Dopo undici stagioni da protagonista nel ruolo dell’agente Hotch, la scorsa estate Thomas Gibson è stato licenziato in tronco dalla produzione di Criminal Minds a causa di una rissa con uno degli autori, terminata con un violento calcio sferrato dall’attore 54 enne al malcapitato. Dopo una sospensione iniziale di due settimane (equivalente a circa due episodi del telefilm), la produzione e la rete hanno optato per il licenziamento definitivo mettendo alla porta uno degli attori più amati della serie, che vanta ben 12 stagioni.

Anche per questa volta è tutto. L’appuntamento è tra due settimane, sempre con tante novità e curiosità dal favoloso mondo di Hollywood.

Vincenzo D’Angelo

About The Author

Vincenzo D'Angelo

Autore della rubrica Telefilmaholic per Breakoff.it // Studente di comunicazione e impiegato nel marketing // fa il cretino sul suo blog aspirantebiondo.it // "salto sul divano" è il suo sport preferito

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close