mercoledì 26 Giugno 2019 - 19:15

Frammenti – Il Lonfo

Conoscete la metasemantica? E’ è una tecnica letteraria teorizzata ed utilizzata da Fosco Maraini e messa in pratica nella sua raccolta di poesie “Gnòsi delle fànfole” del 1978, della quale fa parte anche “Il Lonfo”. Questa poesia, come le atre della raccolta, va oltre il significato delle parole e consiste nell’utilizzo di parole prive di referente ma dal suono familiare alla lingua, della quale segue le regole sintattiche e grammaticali. Grazie al suono e alla posizione all’interno del testo, si possono attribuire significati più o meno arbitrari a queste parole.

Simone ha interepretato per Breakoff “Il Lonfo”:

“Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce
sdilenca un poco e gnagio s’archipatta.

E’ frusco il Lonfo! E’ pieno di lupigna
arrafferia malversa e sofolenta!
Se cionfi ti sbiduglia e ti arrupigna
se lugri ti botalla e ti criventa.

Eppure il vecchio Lonfo ammargelluto
che bete e zugghia e fonca nei trombazzi
fa lègica busìa, fa gisbuto;

e tu quasi quasi in segno di sberdazzi
gli affarferesti un gniffo. Ma lui zuto
t’ alloppa, ti sbernecchia; e tu l’accazzi”.

Fosco Maraini

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close