venerdì 18 gennaio 2019 - 14:58

#Col Advisor – COME cercare parcheggio il sabato sera in centro

Come cercare parcheggio il sabato sera in centro

firenze

Cronaca di una serata ai limiti del paranormale

Cerchiamo di affrontare insieme un problema. DOVE PARCHEGGIO? Ebbene sì, perché la macchina, il sabato sera diventa il peggiore degli incubi che nemmeno una disequazione di II°.  Che sia una serata al piazzale, o in discoteca, in Santa Croce, il compleanno di una ex compagna di liceo, è più facile trovare un biglietto d’oro di Willy Wonka in una tavoletta di cioccolato che beccare un posto appena si è superato il semaforo alla Torre della Zecca.

Perché quando arrivi lì davanti, la tensione comincia a farsi sentire. Come prima di morire, ti passa la tua vita davanti. Fioccano i ricordi, i giocattoli di bambino, i compleanni, i natali passati a scartare regali. Si dilatano le pupille dalla paura, le mani cominciano a sudare, il battito cardiaco accelera. Il rosso diventa verde, e la frizione stacca sull’acceleratore. SI PARTE!

Gli occhi da due diventano dodici, roba che nemmeno guardare in un rubino riflettente. Vengono allertati due o più passeggeri, intimati di scendere e occupare in qualsiasi modo uno stralcio di bitume non occupato da quattro pneumatici. La velocità diminuisce vertiginosamente, arrivando al punto di essere superati pure dalla panda bianca del vecchino, che notoriamente non va a più di 20 km/h in prima. La ricerca continua, ogni tanto interrotta da false speranze, quando qualcuno dei membri dell’equipaggio urla:” E’ LIBERO!”.

Poi lo sconforto sopraggiunge quando ti fai più avanti e scordi la solita Smart di colore lilla. Cerchi di incitare la truppa intonando qualche coro da stadio che dia loro la carica, ma niente. Lo scenario è apocalittico. Non è libero nemmeno un posto da lì a Pontassieve. Che fare? La cena era alle nove e il telefono non smette di illuminarsi di notifiche che aumentano l’ansia da ritardo. Poi, dopo esserti quasi arreso, arrivi e lo trovi, lì, bello, dolce, pulito, candido, che aspettava solo te e le lamiere della tua vettura: UN POSTO LIBERO.

Sveglio i miei passeggeri, intontiti e stremati dal viaggio e dalla lotta estenuante ai quali l’hai messi di fronte. Sono quasi le dieci. Cori, urla e schiamazzi non rendono l’idea della gioia che alberga nel cuore: la macchina è al sicuro. Ti sei sentito illuso, peggio del poveretto della pubblicità della Schweppes che aveva capito altro da Uma Thurman. Arrivi alla cena e alle tue giustificazioni sul ritardo non ci crede nessuno. CHE AMAREZZA! Un’ora di ricerca per un’ora di centro. Ma vuoi mettere la soddisfazione?

Cosa vi consiglio? Prendete la tramvia. E se avete paura di rimanere a piedi, niente paura! Prendete il nottetempo, che è addirittura migliore di qualsiasi autobus, visto che vi porta sotto casa, chiamandolo al numero verde sul sito 

HYPERLINK

http://www.ataf.net/it/orari-e-percorsi/orari-e-linee/line-nottetempo.aspx?idC=180&idO=0&Linea=Nottetempo&LN=it-IT

oppure semplicemente con una prepagata e l’App di #Car2go,

scaricabile dallo store del vostro smartphone, avete risolto il vostro problema

(date un occhio qui  HYPERLINK

https://www.car2go.com/it/firenze/what-does-car2go-cost/” https://www.car2go.com/it/firenze/what-does-car2go-cost/).

#ColAdvisor vi dà appuntamento al prossimo consiglio! Good luck.

About The Author

Breakoff

Breakoff.it è il web magazine aperto a chiunque voglia contribuire tramite la produzione di articoli e video: una community in costante evoluzione.

Related posts

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close