giovedì 23 Maggio 2019 - 20:30

Bring the noise – Recensione Rockavaria

Recensione Rockavaria

 

O20PxqMsba53GmrZnHmKzLLL4LDpjLXwm8TKDlw1k8Y

Monaco di Baviera 31-05-2015: la location è una delle più spettacolari che si possano avere e l’Olympiastadion ospita per la prima volta una dei festival europei di punta dell’anno, il Rockavaria. Teatro in passato di olimpiadi, finali di mondiali ed europei di calcio, è stato allestito al meglio per il festival, diviso in tre parchi per la tre giorni della kermesse. Ci siamo recati per assistere alla giornata di chi usura, quella che vedeva come headliners i Metallica.

La giornata si snoda su tre palchi con i vari grupp i che si alternano sugli stages per arrivare fino all’esibizione dei Faith No More intorno alle 18.30 sul paco principale. Vestiti di bianco con tanto di scenografia floreale in stile sanremese, fanno capire dalle prime note di essere ancora in gran forma, con un Mike Patton un po’ appesantito ma sempre in pieno controllo di palco e voce.

Si parte e via un successo dopo l’altro; unica pecca quella di non averci fatto godere di “Diggin the grave” ma nonostante ciò l’esibizione è di grande livello, senza risparmio di energie. Stessa cosa per gli attesissimi Metallica che arrivano sul palco alle 20.45 circa, con presenti proprio alle spalle di Lars Ulrich (il batterista per chi non lo sapesse) un centinaio di persone provenienti dall’est Europa che hanno avuto la fortuna di assistere alla performance a stretto contatto con la band californiana.

La scaletta è variegata,infatti la band esegue pezzi presi da oltre trent’anni di discografia, cosa che viene subito apprezzata dal pubblico (un po’ freddino per la verità) teutonico.

La performance vocale di Hetfield è di alto livello e sembra infatti aver recuperato lo smalto dei giorni migliori; Trujllo ma soprattutto Kirk Hammett, si esibiscono più volte in assoli che riscuotono il consenso della folla sottostante. La performance si conclude con la classicissima “EnterSandman”,dopo due ore e venti circa di live e cala così il sipario anche sull’intera tre giorni.

LKZLqipRgr67FXEkxkxtyWw6-ndO00Qkf7J6IjygXik

Alla fine dei giochi il resoconto è largamente positivo; complimenti all’organizzazione che non ha avuto pecche sotto alcun punto di vista. Che dire…Danke Schon !!!!!!!!!!!

Lapo Nencioni

About The Author

Breakoff

Breakoff.it è il web magazine aperto a chiunque voglia contribuire tramite la produzione di articoli e video: una community in costante evoluzione.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close